Creative Connection

Curiosità, adattabilità al cambiamento e realizzazione di prototipi: come puoi ottenere un lavoro da sogno nel design

Ogni giorno risolviamo nuovi problemi, creiamo nuovi flussi di lavoro e superiamo i limiti di ciò che la nostra piattaforma può realizzare. Per far questo servono persone che, oltre ad avere competenze straordinarie nel campo del design, abbiano una marcia in più. Nel corso degli anni, formando i team di design, mi sono accorto che ci sono altre qualità che permettono ai designer di emergere.

Cerco innanzitutto dei designer che siano curiosi. Avere un portfolio eccezionale e una comprovata esperienza può essere un buon punto di partenza, ma ciò che distingue un designer dalla massa è la sua curiosità e l’impegno che mette nel risolvere i problemi dell’utente. Voglio essere sicuro che sia in grado di analizzare a fondo un problema e occuparsene sino alla fine. Per far questo è necessario avere una forte motivazione che spinge a fare domande, ottenere risposte e ripetere l’intero ciclo.

Un talento prezioso dei designer è la capacità di sintetizzare una moltitudine di informazioni in una soluzione coerente. Anche il designer più esperto però si troverà in difficoltà se non ha informazioni valide da cui partire.

Concentrati sul problema

Durante il colloquio voglio sentirti parlare dei problemi che hai incontrato e di come li hai risolti. Quando mi mostri un progetto dal tuo portfolio, voglio sapere:

  • Qual era l’aspetto interessante del problema?
  • Dove hai incontrato degli ostacoli e come li hai superati?
  • Quali ricerche hai effettuato coinvolgendo i clienti reali per risolvere il problema?

Tutti questi aspetti vanno al di là della descrizione standard delle mansioni di un designer, ovvero di qualcuno che produce le materie prime. Il design, nella sua essenza, deve essere orientato al cliente. Per questo cerco persone che abbiano voglia di parlare con gli utenti e di studiare quali soluzioni stiano adottando le altre aziende per risolvere i problemi.

Mostra la tua curiosità

Questo concetto va al di là del processo di assunzione. Ai designer che iniziano a lavorare in Adobe dico sempre: l’unica cosa che mi interessa ora è vedere quante domande fai. All’inizio non importa che livello di produttività o precisione riesci a raggiungere, ma quanto velocemente riesci a capire i nostri clienti e le loro esigenze.

È un buon segno quando un nuovo designer mi bombarda con mille domande. Assillami! Non darmi tregua con la tua curiosità. Così dimostri di essere uno di quei designer che non si arrendono.

Adattabilità, non perfezionismo

Una delle caratteristiche principali del software è questa: non è mai finito. C’è sempre una versione successiva. Per questo dobbiamo imparare, adattarci e migliorare costantemente. L’adattabilità (o capacità di adattamento) e l’impegno a migliorare sono molto più importanti del riuscire a ottenere un design perfetto al primo tentativo.

Quando progredisci rapidamente e perfezioni costantemente il tuo approccio alla risoluzione dei problemi, devi essere in grado di gestire con tranquillità i fattori VICA:

  • Volatilità
  • Incertezza
  • Cambiamento
  • Ambiguità

In sintesi: devi vedere il cambiamento come un’opportunità costante e non come un ostacolo.

Le capacità di prototipazione sono la tua più grande risorsa

Un’altra competenza che cerchiamo è la capacità di produrre prototipi. Se sei in grado di sviluppare il design sotto forma di esperienza interattiva, anziché attraverso wireframe o mockup statici, puoi fornire da subito un apporto molto prezioso al nostro processo.

  • Il tuo design è incentrato sull’interattività. La realizzazione del prototipo costringe il designer a immaginare quale sarà la reazione all’input dell’utente (ad esempio quando l’utente clicca o passa il mouse su un elemento, quando vengono caricati i dati o si verifica un errore). Ci costringe anche a essere realistici su quale sarà l’aspetto effettivo su un cellulare o in un browser. Spesso, infatti, c’è un notevole differenza tra il modo in cui un prodotto appare su una tavola da disegno e nel markup.
  • Il tuo design è testabile. Quando esegui il test di design statici manca una buona parte del contesto relativo all’esperienza. Se l’utente non ha la sensazione di utilizzare un prodotto reale, il giudizio fornito sarà di dubbia utilità.
  • Realizzi un prodotto finale migliore. Producendo il prototipo della tua soluzione puoi definire meglio le specifiche del design rispetto ai mockup piatti, che devono essere misurati e richiedono l’evidenziazione in rosso delle modifiche. Gli ingegneri possono avere un’idea più chiara dell’esperienza desiderata quando sono coinvolti nel processo di prototipazione. I prototipi, tra l’altro, sono molto più adattabili e facili da implementare.

Le capacità di prototipazione sono davvero preziose per noi. Se hai queste competenze ti accorgerai che le aziende come Adobe si dimostreranno seriamente intenzionate ad assumerti.

I designer inesperti hanno un vantaggio

Tutte le caratteristiche di cui ho parlato non hanno niente a che vedere con gli anni di esperienza. In effetti, le persone che hanno queste qualità sono spesso all’inizio della loro carriera.

I designer che hanno appena terminato gli studi o lavorano da poco in questo campo hanno spesso le mentalità che ho appena descritto: curiosità, capacità di adattamento e capacità di creare un prototipo funzionante. Sono questi gli aspetti davvero importanti per i manager come me.

Dimostra a noi manager che selezioniamo i candidati che hai queste qualità e sei sulla buona strada per ottenere un ottimo lavoro. Anzi, ancora meglio, sei sulla buona strada per entrare a far parte di un grande team all’avanguardia nel campo del design!

 

creatività per le aziende, design, ispirazione

Join the discussion