Creative Connection

Giocando con prospettive e materiali

Questo mese, parliamo di artisti che giocano con equilibrio, angoli e anche materiali inaspettati, per attirare la nostra attenzione – a volte ci fanno sorridere, a volte ci lasciano interdetti, ma ci fanno sempre pensare.

Cambiare le nostre prospettive su scene iconiche.

 Rich McCor è la mente intelligente dietro paperboyo, con cui sperimenta prospettive e ritagli di carta in modo da farci vedere luoghi iconici in modi inaspettati. Ha trasformato l’Arc de Triomphe in un omino Lego, il London Eye in una ruota di bicicletta e la Torre Eiffel in uno scivolo d’acqua, solo per citare alcuni esempi.

Immagine gentilmente concessa da Rich McCor (@paperboyo)

L’ispirazione di Rich per paperboyo è venuta dalla visione di tante immagini simili su Instagram. “Ricordo di aver visto il Big Ben comparire un sacco di volte sulla mia bacheca e questo mi annoiava, sempre gli stessi scorci usati più e più volte”, continua Rich. Il Big Ben è diventato il suo primo progetto – lo ha trasformato in un orologio da polso.

Immagine gentilmente concessa da Rich McCor (@paperboyo)

Rich è stato anche ispirato da un altro utente di Instagram. “Uno dei primi utenti che ho seguito è stato @mattscutt, è incredibile nello scovare angoli e prospettive uniche sugli edifici. Il suo stile mi ha fatto pensare all’esplorazione di nuovi angoli e nuovi punti di vista. Mentre sei occupato in un progetto, inizi già a vedere nuove forme”.

Nonostante le immagini di Rich comunichino una sensazione di spensieratezza e divertimento, è necessario molto lavoro per trovare angoli inaspettati e fare in modo che funzionino. Presta molta attenzione alla ricerca dei luoghi di ripresa e all’ora del giorno, e si esercita sulle stampe. Ma anche così le cose non sempre vanno a buon fine—Rich stima che ogni dieci idee che vanno per il verso giusto, due non portano da nessuna parte. “Può dipendere da un sacco di cose – vento, ponteggi sugli edifici, ombre, ecc. “Ho imparato a migliorare il giudizio su quello che funzionerà e non funzionerà prima di viaggiare, e utilizzo con più attenzione Photoshop- lo uso soprattutto per l’omogeneizzazione della messa a fuoco”.

Attraverso il suo lavoro, Rich ha scoperto che a molte persone piace che il senso della prospettiva venga capovolto. “La gente gode nel vedere il mondo in un modo nuovo. Qualcuno ha descritto le mie foto come ‘generatrici-di-sorrisi’. È sufficiente per farmi desiderare di continuare a fare quello che faccio”.

Immagine gentilmente concessa da Rich McCor (@paperboyo)

Rendere il materiale parte del messaggio.

 Quando si tratta di aggiungere un inaspettato colpo di scena ad una composizione, il designer Alex Palazzi è un maestro dei materiali: “Nel mio lavoro sono sempre alla ricerca dell’esplorazione dei materiali. Ho usato cibo, cera, plastica e tessuti. È così interessante giocare con i materiali molto difficili da generare al computer, come i liquidi e le sostanze organiche appiccicose, e provare a mischiarli per vedere cosa succede”.

Con il suo approccio ai materiali, Alex è in grado di creare immagini tra 2D e 3D. In un recente tutorial su Adobe, ha dimostrato come ha progettato un’opera che combinava immagini di Adobe Stock con le sue foto di una sostanza appiccicosa fatta in casa. La sostanza – fatta di formaggio, miele e nero di seppia – ha donato una consistenza unica al prodotto finale.

immagine gentilmente concessa da Alex Palazzi

A volte il risultato può essere inquietante, come nel caso della serie di lettere di Alex — il font è Arial, il materiale è la carne. “Per tutta la mia vita sono stato un ragazzo molto magro ma alcuni anni fa ho preso molto peso in un breve periodo di tempo, quindi l’ispirazione per il progetto è venuta solo dalla necessità di perdere peso”, spiega Alex. “Pensavo che sarebbe stata una buona idea perdere peso durante la creazione delle lettere per visualizzare i pesi dei caratteri del font Arial in forma di carne umana. Le reazioni delle persone sono diverse. Alcune persone le trovano semplicemente disgustose mentre alcune persone le trovano disgustosamente interessanti”.

immagine gentilmente concessa da Alex Palazzi

Quando deve costruire un’immagine, Alex inizia normalmente con un’idea, ma a volte questa viene dalla ricerca stessa. Il suo miglior suggerimento per trovare l’ispirazione inaspettata? Invece di cercare in base al soggetto, provate a cercare in base alla combinazione di colori. E se trovate un’immagine che vi piace, ma desiderate trasformarne l’atmosfera, Alex raccomanda qualche modifica: “Dipende tutto da Photoshop e dalla gradazione dei colori. Io utilizzo un sacco di color lookup misti, LUT e pennelli in modalità mescolamento di colori per modificare drammaticamente l’atmosfera”.

Per ulteriori informazioni su questi artisti, leggi di composizioni insolite e inquietanti, dai un’occhiata ai ritratti che infrangono le regole e visita la galleria  di questo mese dedicata alle composizioni piacevolmente sbilanciate su Adobe Stock.

 

editing immagini, fotografia

Join the discussion