Creative Connection

I vincoli della cancelleria aziendale: un’occasione per distinguersi

Immagina di ricevere una lettera dal tuo avvocato, commercialista o medico. Le informazioni che contiene sono importanti, ma il logo è pixellato o troppo piccolo, segno di un processo di progettazione affrettato e mal fatto. Il modo in cui il loro brand si presenta ti spinge a chiederti se siano le persone giuste a cui affidare la tua attività, il tuo denaro o la tua salute.

Usare carta intestata o distribuire biglietti da visita con design poco professionali o banali può distruggere la credibilità di una marca. Non c’è praticamente attività che non abbia bisogno di far realizzare articoli di cancelleria standard, dai biglietti da visita alla carta intestata alle buste. Capire qual è il modo corretto per produrre i più comuni materiali di cancelleria può aiutare la tua attività a distinguersi dalla concorrenza.

Creare rispettando vincoli stringenti.

I materiali di cancelleria sono piuttosto standardizzati e vengono spesso progettati senza molta immaginazione. Ci sono vincoli stringenti sullo spazio a disposizione e sulle informazioni da includere. Tuttavia, ne esistono delle versioni veramente inventive che dimostrano come questi vincoli possano trasformarsi in un ottimo trampolino di lancio per la creatività. Una volta che avrai compreso i parametri entro i quali muoverti potrai, invece di concentrarti sui limiti, esplorare tutte le opzioni a tua disposizione nelle aree che lasciano invece ampio spazio alla creatività. Behance è un’ottima fonte di ispirazione.

 

 

Il ristorante organico The Green Panther sentiva la necessità di un rebranding che comunicasse uno stile di vita sostenibile nella realtà urbana odierna ed evocasse una giungla senza usare il colore verde. Questi limiti hanno ispirato un design unico che usa materiali riciclati ed è ripreso in tutti gli aspetti del brand del ristorante. Di SU PARK.

 

Principi e migliori prassi per la progettazione grafica di cancelleria aziendale.

Quando vuoi realizzare della cancelleria aziendale, considera le seguenti domande durante la fase di progettazione.

  • Qual è l’obiettivo del tuo brand? Considera la cancelleria in un contesto più ampio, come estensione della tua marca. Non sottovalutare questi materiali apparentemente semplici e il modo in cui essi influenzano la percezione del brand da parte dei clienti. Assicurati di riservare tutto il tempo necessario alla loro progettazione, accostandoti a essa con la stessa creatività che useresti per disegnare il tuo logo.

 

Progetta gli articoli di cancelleria in modo che contribuiscano a definire il tuo brand. Di FOREIGN POLICY.

 

  • Qual è la personalità del brand? Impara a usare la cancelleria come parte di un’immagine di marca a tutto tondo. Un brand giovane e alla moda avrà un approccio diverso al design rispetto a un’azienda più tradizionale. Le aziende di un determinato settore vorranno trovare un modo per comunicare la loro differenza rispetto alle loro concorrenti. È quindi necessario considerare non solo gli obiettivi che si vogliono raggiungere nella progettazione della cancelleria, ma anche la personalità del brand nel suo complesso.

 

Esprimi la personalità del marchio nel tuo design della cancelleria. Di WILL CUNDALL.

 

  • Come puoi farti notare? Ci sono momenti in cui una soluzione di design ingegnosa può essere appropriata per un brand, ma è possibile distinguersi anche senza ricorrere a espedienti fantasiosi. Piccoli dettagli come la qualità o la texture della carta utilizzata, o il tipo di stampa (letterpress, stampa su lamina, ecc.) possono fornire un modo per differenziarsi dalla massa. Abbiamo un’idea preconcetta dell’aspetto che deve avere un biglietto da visita, per cui anche le più piccole variazioni rispetto a quello standard possono contribuire a catturare l’attenzione. Ad esempio, adottare un formato atipico per i biglietti da visita — come il formato cartolina — aumenta la probabilità di farsi notare. Finiture speciali, supporti diversi dalla carta o fustelle possono essere utilizzati per migliorare l’estetica o la funzionalità del biglietto da visita

 

Usa una pesante carta di cotone e tecniche di stampa come la punzonatura a secco per dare la giusta impressione. Di CONCREATE STUDIO.

 

  • Quanto incide il digitale sulla cancelleria? Biglietti da visita e carta intestata sono tra i pochi materiali promozionali fisici rimasti in un mondo largamente digitale in cui le esperienze tattili stanno diventando sempre più rare. Pertanto, pur prestando attenzione alla presenza digitale della tua marca, sfrutta la natura concreta di questi materiali per differenziarti facendo leva su piccoli dettagli come la sensazione tattile che un biglietto da visita può offrire.

 

Alcune regole valgono sempre.

Nonostante questi progetti lascino ampio spazio alla creatività, è importante notare che ci sono alcune regole che vanno comunque seguite. Ad esempio:

  • Dimensione dei caratteri. Sebbene l’esiguità dello spazio disponibile possa rendere necessario l’uso di caratteri più piccoli, in genere si consiglia di non scendere sotto un corpo 7 per i biglietti da visita e 9 o 10 per la carta intestata, prestando particolare attenzione alla leggibilità.
  • Gerarchia. Le informazioni più importanti devono occupare un posto di rilievo nel design. Nei biglietti da visita e nella carta intestata, questa gerarchia comprende generalmente il logo dell’azienda, seguito dal nome di un contatto, dal suo titolo e dai suoi recapiti. Per riprodurla, si possono utilizzare griglie già pronte con i layout tipici di questi materiali promozionali.
  • Risoluzione. Per una riproduzione a stampa ottimale, usa immagini con una risoluzione di almeno 300 dpi.
  • Colore. Progetta i tuoi file in CMYK per la stampa in quadricromia, a meno che tu non stia lavorando con meno di quattro colori o esclusivamente con colori spot.
  • Dimensioni. Il tipico biglietto da visita misura 85 x 55 mm, con un margine di abbondanza di 3 mm per eventuali elementi di design o sfondo che “debordano” oltre i limiti del biglietto finito.
  • Selezione dei caratteri. Limitati a una o due famiglie di caratteri e assicurati che siano tra loro compatibili. Se usi più di un font, assicurati che vi sia sufficiente contrasto tra essi; in altri termini, che non siano troppo simili. Ad esempio, in genere l’abbinamento tra un font con grazie e un font senza grazie funziona bene, mentre quello tra due font con grazie no.

 

 

Queste linee guida non sono scolpite nella pietra. Giocare con le aspettative del pubblico su ciò che definisce un biglietto da visita “standard” può essere una buona opportunità per dare spazio alla creatività. Assicurati però che il tuo design sia leggibile e risponda ai tuoi concreti obiettivi aziendali.

Come iniziare.

Biglietti da visita e cancelleria di grande impatto possono distinguerti dai tuoi concorrenti. Inizia con i tutorial di InDesign per la cancelleria e poi parti da un modello di Adobe Stock che potrai facilmente personalizzare per il tuo progetto. Altri tutorial ti spiegheranno come aggiungere font da Typekit (dove avrai accesso a oltre 4.000 caratteri) o come salvare il tuo progetto e i suoi elementi costitutivi nelle librerie Creative Cloud.

Un restyling della cancelleria può essere un modo fantastico per differenziarsi in un mercato sovraffollato. Lascia spazio alla tua creatività nelle aree in cui questo è possibile e presentati sotto la tua luce migliore con biglietti da visita e carta intestata che rappresentano la personalità della tua marca.

creatività per le aziende, illustrazione, ispirazione

Join the discussion