Creative Connection

October 22, 2018 /Adobe MAX /

Cosa ti sei perso a MAX 2018?

Gli Sneak Peeks sono senza dubbio la nostra parte preferita di Adobe MAX; sono il momento in cui i nostri super ingegneri salgono sul palco per mostrare brevi demodandoci delle anticipazioni  sulle tecnologie future di Adobe. Quest’anno, gli Sneak Peeks sono stati presentati dall’attrice e scrittrice Tiffany Haddish e da Paul Trani, Senior Creative Cloud Evangelist di Adobe. Tiffany e Paul hanno iniziato lo show con una dimostrazione di #ProjectPuppetron, che era stato anticipato nella scorsa edizione di MAX, per poi rilassarsi e godersi insieme al pubblico le affascinanti innovazioni presentate dai relatori di quest’anno.

A differenza delle presentazioni, che trasmettiamo in live streaming, gli Sneak Peeks sono normalmente un’esclusiva riservata al pubblico presente al MAX. Tuttavia, per venire incontro a chi non ha potuto unirsi a noi, abbiamo deciso di rendere disponibili tutti i video dell’evento. Guardali tutti qui:

#BrushBounty

Hai mai desiderato poter aggiungere a un’illustrazione un effetto animato, come ad esempio la pioggia? Per farlo, dovresti animare ogni singola goccia d’acqua! È qui che viene in tuo aiuto Project Brush Bounty, che consente di creare semplici animazioni usando degli speciali pennelli per aggiungere movimento mentre disegni o dipingi.

Brush Bounty aiuta anche a connettere le immagini create ai dati. Mettiamo che tu voglia aggiungere alla tua immagine una pioggia che coincida con la pioggia reale che sta cadendo in quel momento nel posto in cui ti trovi. Non devi far altro che copiare un link che contiene i dati meteo in tempo reale e inserirlo nella colonna della densità di pioggia. Wow!

#ProjectSmoothOperator

Tutti i creatori di video sanno quanto possa essere laborioso il processo di ritagliare un video per adattarlo a schermi di proporzioni diverse cercando di mantenerne intatte le parti più importanti. È qui che entra in gioco Project Smooth Operator. Smooth Operator usa Adobe Sensei per ritagliare automaticamente un video e convertirlo in una varietà di formati diversi mantenendo tutto ciò che è interessante o importante all’interno del frame.

#FantasticFold

Ti è mai capitato di disegnare una scatola fantastica solo per scoprire, dopo averla stampata, che i motivi non combaciano quando la scatola viene piegata? Conosciamo quella sensazione. È in casi come questi che Project Fantastic Fold può essere d’aiuto. Fantastic Fold analizza un modello guida e determina automaticamente la forma 3D piegata, oltre a generare un mapping interattivo tra le rappresentazioni 2D e 3D.

#ProjectWaltz

Esplorare un modello 3D su una superficie 2D non è molto naturale. Immagina se invece potessi passeggiare all’interno del tuo oggetto tridimensionale e visualizzare la scena sul tuo cellulare. Project Waltz fa proprio questo: è un’app mobile che controlla telecamere 3D virtuali e consente cambiamenti di visuale precisi e naturali.

#Fontphoria

Un sistema per la modifica e la generazione di glifi che gestisce in modo semplice e intelligente la rappresentazione di un glifo senza creare o modificare font e genera alfabeti e set di caratteri completi dal glifo di una singola lettera o parola. Project Fontphoria usa il deep learning di Adobe Sensei per convertire un’immagine in un glifo e applicarne lo stile ad altri glifi, trasformandoli in un set completo di caratteri.

#ProjectFastMask

Project Fast Mask utilizza Adobe Sensei per selezionare rapidamente un oggetto in un video e applicare accuratamente la maschera a più fotogrammi, rendendo praticamente automatico un processo estremamente laborioso.

#ProjectModelMorph

Un tool facile e intuitivo per modificare oggetti 3D, Project Model Morph permette di scalare facilmente le dimensioni di un oggetto, mantenendone la simmetria ed eliminando le distorsioni.

#MovingStills

Hai mai desiderato poter trasformare una foto in video? Moving Stills permette di trasformare qualsiasi foto in una foto animata in 3D e di simulare l’effetto realistico di volare attraverso di essa. Moving Stills usa l’apprendimento profondo basato sulla tecnologia Adobe Sensei per generare video da una singola immagine statica, automatizzando un’operazione che richiederebbe ore di lavoro manuale a un artista esperto.

#ProjectKazoo

Project Kazoo, una nuova invenzione basata su Adobe Sensei, trasforma la voce in musica, consentendo ai creatori di contenuti di convertire la propria voce nel suono di uno strumento musicale per creare tracce audio o aggiungere effetti sonori ai video. Tiffany Haddish ha già detto che vuole usare questa tecnologia nel suo prossimo album!

#ProjectGoodBones

L’editing di immagini vettoriali è un processo estremamente complesso, ma Project Good Bones permette di svolgerlo in modo intuitivo e naturale con un tool che analizza la forma dell’immagine, ne individua gli snodi e li connette per creare uno scheletro, aggiungendo automaticamente perni e “ossa”.

Scopri altre anticipazioni Adobe qui.

Adobe MAX

Join the discussion